Cos’è l’Avioturismo  ?

 

La legge attuale distingue gli scali aerei in due categorie: aviosuperfici e aeroporti, le aviosuperfici sono le piste di volo di proprietà privata che non appartengono al Demanio aeronautico, sulle quali è possibile atterrare e decollare con il solo consenso del gestore o del proprietario, senza servizi ATS, invece gli Aeroporti sono una categoria molto ampia che comprende, sia i piccoli aeroporti utilizzati per il traffico turistico,di aviazione generale e di Volo da diporto Sportivo , come Aquino, sia gli scali nazionali ed internazionali con traffico commerciale e trasporto pubblico di passeggeri.

L’Aeroporto di Aquino potrebbe ottenere per le sue caratteristiche la qualifica di “Scalo Avioturistico” , qualifica riconosciuta a quelle strutture aeroportuali destinate all’approdo aereo che sono,o possano diventare, un punto di accoglienza per i velivoli da diporto e per i loro equipaggi e un riferimento costante per l’economia del territorio circostante e in particolare per quella turistica.

Risale agli 90 la prima cartografia specifica per il volo da diporto e, successivamente ad essa , si è costituita la Federazione delle Strutture per l’Aviazione Leggera e infine è stata realizzata, nel 2005, la prima guida aeroturistica europea. Da qui è nato il “Progetto Avioturismo”con il quale si vuole creare una rete di punti di approdo per il diporto aeronautico così come avviene con i porti del diporto nautico e, l’Aeroporto di Aquino, potrebbe diventare un nodo importante di questa rete per la collocazione strategica in un’ area, quella del Basso Lazio che offre splendide opportunità turistiche , per l’arte ,per il paesaggio , per la cultura e per la cucina ,senza dimenticare la breve distanza da Roma , Napoli, Caserta e da rinomate località balneari e sciistiche.

Le potenzialità del mercato turistico europeo del diporto aereo sportivo sono grandi e si evidenziano analizzando le dimensioni della flotta aerea europea. Il bacino potenziale è di circa 50.000 aeromobili. A questo parco devono essere aggiunti i velivoli da diporto che porta oltre 100.000 il numero dei mezzi.

L’obiettivo è di far scendere questo “turismo del volo”otramite il volo” da dove si ferma adesso, cioè nelle altre nazioni o al massimo negli scali del nord d’Italia , fino allo strategico Aeroporto di Aquino , che è il punto di passaggio obbligato anche per quei piloti che vogliono proseguire verso il sud dell’Italia e fino al Nord Africa.

Per realizzare più rapidamente questo Progetto è necessaria la collaborazione di tutte le strutture turistiche ricettive, delle aziende dei sevizi, dei negozianti, dei produttori locali e delle Amministrazioni Comunali , Provinciali e Regionali.

I vantaggi che l’Avioturismo può portare a tutto il territorio del Basso Lazio in un momento di crisi economica come quella che stiamo attraversando sono tantissimi , ma senza la suddetta collaborazione rimarranno solo parole.

____________________________________________________________________________________________________________________________________________
  •  Dove Mangiare
  1. Ristorante
  2. Agriturismo
  
  • Dove dormire
  1. Hotel
  2. Agriturismo
  3. Bed and Breakfast
  • Come muoversi a terra :-)
  1. A piedi
  2. Bicicletta
  3. Auto a noleggio
  4. Pullman
  5. Treno

 

  • Per visitare
  1. Guida turistica
  2. Gite turistiche

 

 

MONTECASSINO:

La celebre Abbazia di Montecassino, fondata nel 529 da S. Benedetto Da Norcia, dista soli 17 Km. Dall’aeroporto di Aquino. Ha subito diverse distruzioni da mano umana: La più antica ad opera dei Longobardi, poi dai Saraceni e per finire l’abbazia fu drammatico sfondo del bombardamento attuato dagli alleati nel febbraio del 1944. Tracce dell’antico splendore culturale che illuminava l’abbazia sono visibili ancora oggi negli archivi della stessa: famosissimi sono gli incunaboli e i primi frammenti di lingua volgare collegati al territorio del Cassinate.

 

 

 

 

 

AQUINO: http://www.comune.aquino.fr.it/

Aquino oltre ad essere la sede dell’aeroporto, ospita anche la “chiesa di Santa Maria della libera”, in pieno stile romanico. La struttura è stata accostata per la somiglianza architettonica all’abbazia di Montecassino. La città ha dato i natali a celebri personalità fra le quali è impossibile non citare lo scrittore latino Giovenale,  l’imperatore romano Nigro e S. Tommaso D’ Aquino. Fra gli altri monumenti di interessi è da annoverare la Porta Romana, la quale era attraversata dalla via Latina e l’arco di trionfo dell’imperatore romano Marco Aurelio.

 

 

 

SORA:

In origine città volsca, poi municipio romano e infine possesso degli Angioini. Degni di nota sono le numerose chiese presenti nella città che, per numero di abitanti si prefigura come la quarta della provincia. Visitando il centro storico ci si imbatte nella chiesa del “San Silvestro papa” e, dirigendosi sulla roccaforte è possibile visitare il “castello” di epoca medievale. Da includere fra le ricchezze architettoniche/storiche della città sono il “castello di santi Casto e Cassio” e la basilica di San Domenico.

 

 

 

ARPINO:

è evidente la latinità insita nel territorio Arpinate. Basti pensare che tradizioni locali e alcuni iscrizioni fanno risalire la fondazione della città al dio romano saturno. Fu teatro dello scontro romano contro i sanniti e ottenne la piena cittadinanza romana nel 188 a.c.

La storia antica è evidente nelle mura cittadine, dette ciclopiche che sono varcate da un particolare tipo di arco, l’“arco a mensola” e, nei celeberrimi natali di cui la città può vantarsi: primo fra tutti il celeberrimo oratore Cicerone, poi M.V.  Agrippa, braccio destro del primo imperatore Augusto.

 

 

 

PARCO GIOCHI MAGICLAND:

Inaugurato nel maggio del 2011 a Valmontone, a pochi chilometri da Roma, il  Magic Land è il più grande e famoso dei parchi di divertimento del Lazio. Attualmente consta di 36 attrazioni, sia per i più coraggiosi che per i bimbi. Particolarissima e presente ovunque sono le tematizzazioni delle attrazioni. Fra i roller coaster il più apprezzato è lo “Shock” mentre “Mystica” è la torre a caduta libera che, con i suoi 70 m. di altezza si presenta come la più alta presente in Italia. I più piccoli apprezzeranno sicuramente giostre come l’intramontabile “Carosello” e la “Maison Houdini”.

 

 

 

FIUGGI:

“Un’acqua che spaccava la pietra” sono queste le parole usate da Michelangelo per descrivere le proprietà  benefiche del sistema termale di Fiuggi.

Le acque aiutano nella dissoluzione e nella prevenzione dei calcoli renali, della gotta e sono indicate per la depurazione del sistema urinario. Naturalmente nella città sono presenti strutture alberghiere idonee a regalarvi una piacevole giornata di relax e benessere.

 

 

 

GROTTE DI PASTENA:

Le grotte di Pastena  sono state scavate e studiate dall’ Università di Perugia e dalla Sovraintendenza Archeologica del Lazio fra il 2001 e il 2008 in quanto importante testimonianza delle prime frequentazioni del territorio, a partire dall’età Neolitica.  Le visite guidate danno la possibilità di effettuare un vero e proprio itinerari speleologico.